Ceretta
Ceretta
17 Marzo, 2018
Prima della Ceretta

Qualche giorno prima del fatidico appuntamento applica sulla pelle una crema leggermente esfoliante, in modo da sollevare i peli incarniti ed agevolarne l’eliminazione; in alternativa puoi utilizzare un guanto di crine, seguito dall’applicazione di un disinfettante non alcolico.

Se i peli sono molto lunghi, accorciali con la forbice o con un regola barba, in modo che non superino il centimetro di lunghezza.

Prima della ceretta pulisci per bene la pelle, ma senza utilizzare prodotti troppo aggressivi che rimuoverebbero il film idrolipidico che la protegge. Asciuga con cura la cute e, se sei sudato/a, utilizza del borotalco per migliorare l’aderenza della cera.

    Se utilizzi la ceretta a caldo, rispetta le indicazioni sulla temperatura di fusione e, prima di spalmarla sulla cute, versane una piccola goccia sul braccio per accertarti che non sia troppo calda: scottature ed irritazioni sono sempre in agguato.

    La cera dev’essere applicata con la spatolina lungo la direzione di crescita del pelo: in questo modo aderirà meglio e lo strappo, che deve SEMPRE avvenire in direzione opposta, sarà più efficace. Inoltre, mentre tiri in senso contrario, tieni la pelle tesa per limitare il dolore ed asportare più peli. Se questi non vengono completamente allontanati dalla prima strisciata eseguine una seconda, ma senza versare la cera calda nel medesimo punto (per non irritare ulteriormente la cute).

    Al posto della cera tradizionale può essere utilizzata una ceretta a base di zucchero, il cui principio di funzionamento è identico al precedente. La sostanza caramellosa presenta il vantaggio di essere facilmente rimovibile con un semplice lavaggio.

    Preferisci la ceretta a freddo se devi asportare peli da zone sensibili, come l’inguine o il labbro superiore; quella a caldo è più adatta per braccia, gambe e torace.

    Evita di eseguire la ceretta nel periodo premestruale, poiché a ridosso del flusso si è più sensibili al dolore.